Sede Centrale ed Amministrativa: Piazza Mario Fani 6, 01100 Viterbo - Sede didattica: Via Lorenzo da Viterbo, 01100 Viterbo - Sedi Associate a Civita Castellana (VT) Civitavecchia, Ladispoli e Fiumicino (RM)

         pof      

Dal POF al PTOF tramite l'Atto di indirizzo del Dirigente Scolastico

Il Piano dell'Offerta Formativa (P.O.F.), ai sensi della legge italiana (ex art. 3 del D.P.R. n. 275/1999),è unatto che presenta le scelte pedagogiche, organizzative e gestionali delle scuole dell'autonomia, esplicitando le finalità educative, gli obiettivi generali relativi alle attività didattiche e le risorse previste per realizzarli. Questo piano flessibile prevede che, pur riconoscendo la validità finale dei programmi ministeriali in campo scolastico, ogni alunno e ogni insegnante possa esercitare il metodo di studio e d'insegnamento ritenuto più consono per orario, programmazione argomentativa e degli altri aspetti inerenti all'istituzione scolastica. Il P.O.F. viene elaborato e aggiornato di norma ogni anno, in base alle caratteristiche sociali, culturali, scolastiche e demografiche del contesto di appartenenza delle scuole.

Con la legge 107 la Scuola si riforma e  si modificano alcune  "sigle": dal POF si passa  al PTOF  (dall'articolo 3 del D.P.R. 275 del 1999  al comma 14 dell'articolo 1  L. 107). Quella T sta a significare che il  Piano dell'Offerta formativa diviene triennale anche se  può essere rivisto  entro il mese di ottobre di ogni anno.

I commi successivi della L. 107 disciplinano la stesura del PTOF,  circa il potenziamento dei saperi  e delle competenze degli studenti, l'apertura della comunità scolastica al territorio con il pieno coinvolgimento delle Istituzioni e delle realtà locali, le iniziative di  formazione rivolte  al personale docente, amministrativo, tecnico e ausiliario, la definizione delle risorse occorrenti, l'attuazione dei principi di pari opportunità, le iniziative dirette all’orientamento e alla valorizzazione del merito scolastico e dei talenti.

La  novità più evidente sta nella partecipazione alla predisposizione del PTOF.

Dai commi della L. 107 si deduce che  gli attori concorrenti  alla determinazione del Piano, approvato dal Consiglio di Istituto, sono tutti i membri del Collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal D.S.

Le determinazioni dirigenziali costituiscono il punto di partenza e i confini entro cui l’organo deputato alla redazione dovrà operare.

Il Dirigente, comunque, non è il solo a scegliere e a determinare l’offerta formativa, ma più in generale sono le istituzioni scolastiche” ad effettuare “le proprie scelte in merito agli insegnamenti e alle attività curricolari, extracurricolari, educative e organizzative” (comma 6) 

L'Atto di Indirizzo  modula le linee di azione che si intendono svolgere tenendo conto degli obiettivi da perseguire.

Le attività per la scuola si delineano sulla base delle “esigenze didattiche, organizzative e progettuali''.

L’Ufficio Scolastico Regionale verifica che il piano triennale dell’offerta formativa rispetti il limite dell’organico assegnato a ciascuna istituzione scolastica e trasmette al Ministero dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca gli esiti della verifica (comma 13 Legge 107).

Per il triennio 2016-19 è in vigore il P.T.O.F. qui allegato, che sarà "revisionato"  ogni anno scolastico in base alle nuove esigenze e necessità.

Allegati i P.T.O.F. (revv. aa.ss. 2016/17 e 2017/18)

 

 

 
Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.

Cliccando su Approvo, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
I cookies sono piccoli files di testo inviati dai siti Internet ai browser di navigazione degli utenti al fine di autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti.
I cookies  utilizzati nel presente sito Internet sono essenzialmente di tre tipologie:
 
1) Cookies Tecnici: necessari per la navigazione all'interno del sito e l’utilizzo di alcune sue funzioni  (ad es. timing della visualizzazione di alcune pagine in modalità cd. “pop-up”, ecc).

2) Cookies statistici (Google Analytics): forniti e gestiti da Google per analizzare statisticamente gli accessi al sito. La raccolta delle informazioni avviene unicamente in forma anonima e aggregata e non sono conservati dati personali degli utenti. È possibile decidere di non utilizzare i cookies di Google Analytics , seguendo le informazioni riportate al seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

3) Cookies di Profilazione: forniti e gestiti da terze parti per generare specifici messaggi pubblicitari in base alle abitudini di navigazione e agli interessi dei singoli utenti. Tali cookies non utilizzano, tuttavia, dati sensibili degli utenti. Questo sito utilizza cookie Google DoubleClick. Per ulteriori informazioni, e per disabilitare questo cookie, seguire le informazioni riportate al seguente link: http://www.google.com/intl/it/policies/technologies/ads/

Le funzionalità dei cookies possono essere disattivate tramite l’apposita pagina messa a disposizione dalla EDAA (European Interactive Digital Advertising Alliance)  http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte/, oppure agendo sulle impostazioni relative alla Privacy del proprio browser di navigazione.  Fatto salvo quanto precede, è necessario tener presente che la disattivazione dei cookie potrebbe condizionare il corretto funzionamento di determinate sezioni del Sito.